COMUNE DI SAN GIUSEPPE JATO

10 Marzo 2007 Commenti chiusi


comune di san giuseppe jato della provincia di palermo,
casa comunale via vittorio emanuele – 90048 san giuseppe jato (pa)

C.A.L. SAN GIUSEPPE JATO (PA) – CORSO UMBERTO I, 296 TEL. FAX 091 8578129

10 Marzo 2007 Commenti chiusi


CON DISCIPLINARE DEL NOVEMBRE 2006 IL COMUNE DI SAN GIUSEPPE JATO DELLA PROVINCIA DI PALERMO HA ATTUATO IL PROGETTO “DIRITTO E CONSULENZA” PROPOSTO DALL’ASSOCIAZIONE C.A.L. A MEZZO DEL QUALE IL “CENTRO ASSISTENZA LEGALE” NEI LOCALI SITI IN SAN GIUSEPPE JATO NEL CORSO UMBERTO I N. 296, SI IMPEGNERA’ A TUTELARE I DIRITTI CIVILI E LA PROMOZIONE DELLA CULTURA A FAVORE DEI NON ABBIENTI NELLO SPIEGATO TERRITORIO.

Riferimenti: COMUNE SAN GIUSEPPE JATO

progetto c.a.l. campo nomadi di palermo 2007

25 Febbraio 2007 Commenti chiusi

C.A.L. CENTRO ASSISTENZA LEGALE

31 Maggio 2006 Commenti chiusi


il vice presidente della regione siciliana e assessore al territorio e ambiente on. francesco cascio in visita presso i locali dell’associazione c.a.l., ad accoglierlo il presidente dell’associazione avv. maximilian molfettini insieme a circa un centinaio di associati; nel corso della visita il vice presidente si è confrontato con la gente del quartiere discutendo sui problemi che affligono la comunità locale.

il c.a.l. spegne la sua prima candelina

3 Aprile 2006 Commenti chiusi


Il C.A.L. compie il suo primo compleanno ed in occasione di tale avvenimento l’associazione ha voluto riunire tutti gli operatori al servizio e gli associati grazie ai quali è stato possibile attuare un sogno, dar vita ad un centro atto a diffondere e render noti i DIRITTI in difesa di tutte quelle problematiche sociali che affligono la comunita “disagiata” locale.
(nella foto l’Assessore Provinciale alle Politiche sociali Dott. Mammana con il Presidente dell’Associazione C.A.L. Avv. Molfettini)

CONTRO I SOPRUSI…CAMPAGNA I.A.C.P. 2006

27 Marzo 2006 Commenti chiusi

SEI UN INQUILINO DELL’ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI?
L’ISTITUTO NON RISPETTA I TUOI DIRITTI?
L’ISTITUTO NON PROVVEDE ALLA MANUTENZIONE DELLA TUA CASA?
L’ASSOCIAZIONE C.A.L. SALVAGUARDIA I TUOI DIRITTI

C.A.L. – PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO

13 Marzo 2006 Commenti chiusi


Con determinazione dirigenziale n. 641 del 30/12/2005 la Provincia di Palermo – Direzione Politiche Sociali – ha reso esecutiva la convenzione proposta dall’associazione C.A.L. in riferimento al progetto “DIRITTO E CONSULENZA”. Dall’1 marzo 2006, per la durata di 4 mesi, nei gironi lunedi e mercoledi, dalle ore 17:00 alle ore 19:00, il C.A.L., in forza della detta convenzione, ha inaugurato presso le proprie sedi - uno sportello di informazione giuridica patrocinato dalla Provincia di Palermo -.
IN BOCCA AL LUPO AL C.A.L.

il c.a.l. dice basta

8 Marzo 2006 1 commento

C.A.L. – UN IMPEGNO SOCIALE -

8 Marzo 2006 Commenti chiusi

GIORNALE DI SICILIA DICEMBRE 2005
Vive in uno scantinato di 50 metri quadrati allo Zen 2, ospite di un?ottantenne. Giuseppe Lucido, 51 anni, palermitano, è invalido ed ha un sogno, quello di trovare una casa? vera. Vive in una sedie a rotelle.
Non ha rapporti con i parenti, a prendersi cura di lui ci pensa la signora Francesca Mulè, una ?nonnina? di 80 anni .
Ogni giorno, per Peppino, così lo chiamano nel quartiere, è una lotta. Azioni scontate nella vita quotidiana di ognuno, diventano ostacoli insormontabili. Come quello di raggiungere la sua abitazione: ci sono delle scale. Quando Peppino vuole prendere una boccata d?aria deve ricorrere all?aiuto di amici, che lo sorreggono. O ancora all?interno dell?abitazione un ostacolo è quello di andare in bagno. Fatiscente, troppo stretto, la vasca gli impedisce di andare al water.
La signora Francesca è vedova, i suoi figli non abitano più a Palermo. Lo conosce da quando era un bambino e quando ha visto che Peppino si è trovato in difficoltà ha deciso di ospitarlo a casa e di prendersi cura di lui. Lo aiuta a vestirsi, lavarsi, cucinare, non con poche difficoltà.
?Ho avuto una malattia ed in seguito ad una cancrena i medici sono stati costretti ad amputare la gamba destra ? racconta Peppino – . Dalla malattia è cominciato il mio calvario. Prima facevo il pescatore, poi ho dovuto rinunciare al mio lavoro e sono stato costretto alla carrozzina. Francesca è il mio ?angelo custode?, mi ha accolto in casa sua come un figlio. Ma è difficile andare avanti, ho un sogno quello di avere una casa vera, con un bagno, dove potermi lavare senza difficoltà?.
Come angeli custodi, Peppino ha incontrato anche un gruppo di giovani avvocati che presta assistenza legale allo Zen, che si stanno adoperando per cercare di esaudire il suo sogno: avere una casa. ?Ci siamo informati con l?ufficio Casa del Comune ? spiega l?avvocato Maximilian Molfettini ? ma ci hanno spiegato che il termine per la presentazione delle domande è scaduto lo scorso ottobre. Lanciamo un appello perché qualcuno aiuti Peppino e la signora Francesca. La gente ci ha accolto bene nel quartiere, e solo quando Peppino ha saputo della nostra esistenza ci ha contatti. Ma purtroppo è stato troppo tardi?.
Con le lacrime agli occhi anche la signora Francesca lancia un appello: ?Ho 80 anni, cerco di fare quello che posso. Lo aiuto a lavarsi, vestirsi, cucino per lui. Ma alcune volte le forze mi abbandonano. Di notte capita che Peppino deve andare al bagno ? e tra i singhiozzi conclude ? non è semplice. Avremmo bisogno di qualcuno che ci dia una mano?.
Un aiuto che per ora arriva dal quartiere. ?Alle volte prendo le stampelle e tento di uscire da casa ? dice Peppino ? ma cado per terra (i lividi sulle gambe lo testimoniano) e allora vengono i ragazzini o chiunque passa ma aiuta a risollevarmi, mi sorregge e così riesco a vedere il sole?.
Valeria Giarrusso
———————-
NELLA FOTO GIUSEPPE LUCIDO CON GLI AVVOCATI MAXIMILIAN MOLFETTINI E TERESA SALAMONE

GRATUITO PATROCINIO…UN PICCOLO PASSO AVANTI

7 Marzo 2006 Commenti chiusi

Il Decreto del Ministero della Giustizia – 29 dicembre 2005 (in G. U. 2.02.2006) ha adeguato il limite di reddito per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato.
Visto l’art. 76, testo unico disposizioni in materia di spese di giustizia; visto l’art. 77 del predetto testo unico che prevede l’adeguamento ogni 2 anni del limite di reddito per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato; accertata, dall’Istituto Nazionale di Satistica, una variazione in aumento dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati pari al 4,6% – 1 luglio 2002/30giugno 2004 -.
L’importo di ? 9.296,22 indicato nel testo unico disposizioni in materia di spese di giustizia è aggiornato in ? 9.723,84.